Tipologie di tagliaerba: quali sono?

tipologie di tagliaerbaDei tagliaerba abbiamo parlato tanto, spesso dando per scontato che tutti fossimo a conoscenza delle tipologie presenti sul mercato. E allora questo articolo nasce per chi non è al corrente di ciò. Per questo nei paragrafi sottostanti descriveremo tutte le tipologie di tagliaerba. Per approfondire ogni categoria potrai anche cliccare su dei link che ti forniremo durante la lettura.
Per semplicità abbiamo diviso i rasaerba in 4 grandi “famiglie”.

Rasaerba con motore elettrico

La prima tipologia di cui ti vogliamo parlare riguarda i rasaerba elettrici. Questi modelli ovviamente hanno un motore elettrico, quindi il macchinario andrà necessariamente collegato ad una presa di corrente. Siccome il cavo non è mai abbastanza lungo, sarà il caso di acquistare anche un’apposita prolunga. Proprio la presenza del filo rende questi tosaerba adatti solo per giardini di piccole e medie dimensioni.
Tali modelli rappresentano sicuramente la scelta più ricercata in campo hobbistico.

Rasaerba con motore a scoppio

Se i tagliaerba elettrici rappresentano la scelta più ricercata in campo hobbistico, i modelli a scoppio rappresentano la scelta migliore in campo professionale. Sono infatti i rasaerba più potenti presenti sul mercato in grado di fronteggiare i terreni più complicati ed estesi. Ovviamente, rispetto ai modelli elettrici sono più pesanti e anche più inquinanti.
I tosaerba con motore a scoppio sono rappresentati da due sotto-categorie.

Al di là del classico rasaerba a benzina che dobbiamo spingere e/o direzionare stando in piedi, troviamo pure i trattorini. Questi modelli sono decisamente più comodi perché per rasare dobbiamo restare seduti su di essi. Ma sono anche la scelta meno economica (anche se ciò dipende pure dal modello acquistato) e più adatta ai terreni vasti dove utilizzare il classico tosaerba, alla lunga, diverrebbe faticoso e si perderebbe troppo tempo.

Rasaerba con batteria al litio

I rasaerba con batteria al litio sono sicuramente tra i più ecologici in commercio. Uniscono in un unico macchinario alcune delle qualità relative alle tipologie descritte in precedenza, visto che offrono la libertà dei modelli a scoppio unita alla maggiore leggerezza e manovrabilità dei modelli elettrici. L’unico inconveniente è dato dalla durata della batteria che non garantisce la stessa autonomia di funzionamento delle altre due tipologie.

La durata media è di circa 30/40 minuti, entro il quale se non hai terminato di rasare il giardino sei costretto a fermarti o ad utilizzare una seconda batteria.
Anche in questo caso distinguiamo due sotto-tipologie: i classici rasaerba a batteria che dovrai spingere e/o direzionare tu oppure i robot rasaerba (quest’ultimi invece tagliano l’erba al posto tuo).

Rasaerba senza motore

Eccoci arrivati all’ultima tipologia e in tal caso possiamo dire che si tratta di quella più economica tra tutte, di quella più ecologica tra tutte, ma anche di quella dove è richiesto un maggiore sforzo. Sì, perché non essendoci alcun motore i rasaerba manuali richiedono all’operatore di utilizzare la proprio forza per riuscire a rasare il giardino nel migliore dei modi.

Per ulteriori approfondimenti potrebbe tornarti utile leggere “Come scegliere un tagliaerba”, se invece hai bisogno di un rasaerba e vuoi scegliere un prodotto di sicuro affidamento, allora consigliamo la lettura dell’articolo su “I migliori tagliaerba”.

Search